SEMINARIO: “Tumore al Seno. Affrontare la Diagnosi e le Cure in Famiglia e nella Coppia” – Lions Club – Distretto 108 L

SEMINARIO: “Tumore al Seno. Affrontare la Diagnosi e le Cure in Famiglia e nella Coppia”

I LC Roma Ara Pacis e Passo Corese-Sabina Gens Host hanno organizzato Venerdi 11 maggio presso il Grand Hotel Ritz di Roma un Seminario che ha affrontato  una problematica attuale e “delicata” per i suoi risvolti non solo medici, ma anche – e soprattutto – psicologici che coinvolgono e a volte stravolgono l’identità della paziente e di tutto il contesto familiare e sociale nel quale ella vive.

Relatore d’eccezione è stato il Prof. Riccardo Masetti, Direttore del Centro Integrato di Senologia Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma e Presidente della “Susan G. Komen Italia”.

I progressi nella Ricerca, nella cura e nella prevenzione degli ultimi decenni  consentono a decine di migliaia di donne di affrontare la diagnosi di tumore mammario e di risolverlo positivamente nella grande maggioranza dei casi con terapie chirurgiche e farmacologiche.

Ben diversa è, invece, la ferita psicologica che si viene a determinare nell’universo femminile e che coinvolge la famiglia nella sua interezza, la coppia, i figli che si sentono d’improvviso destabilizzati dalla consapevolezza che la propria madre non è più il punto di riferimento forte e sano, ma potrebbe anche venire a mancare all’improvviso. Non solo le donne, ma anche i mariti non riescono ad affrontare con lucidità il problema, considerata anche la valenza simbolica di una parte importante del loro corpo.

La Dott.ssa Laura Agostini, psiconcologa nel Centro Integrato Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma,  ha illustrato come si  modificano le  dinamiche nel contesto familiare quando la moglie-madre scopre di avere un tumore e la sua  prospettiva di vita diviene quella non più di “curarsi per vivere, ma di vivere per curarsi”. Spesso si verificano la rimozione del problema, l’isolamento sociale e affettivo anche per la paura del contagio della sofferenza, l’autoisolamento della donna sia per tutelare i figli sia per la vergogna di essere stigmatizzata, la perdita dell’autostima.  Forse ancora più grave è l’angoscia di morte che la madre deve affrontare quando è la figlia ad ammalarsi.

La crisi che si viene a determinare nel contesto familiare dovrebbe invece essere considerata come una opportunità di condivisione e di comunione degli obiettivi di superamento del problema, di educazione ad affrontare la diagnosi e le cure insieme,  nella coppia.

Il Prof. Masetti ha quindi illustrato gli scopi della “Susan G. Komen Italia”, una organizzazione basata sul volontariato, in prima linea nella lotta ai tumori al seno, che investe nella formazione e nella ricerca in tema di salute femminile, promuove la prevenzione, tutela il diritto alle cure di eccellenza e offre servizi per migliorare la qualità della vita nei casi di malattia metastatica.

Eccellente ed emozionante l’intervento di Cristina, moglie del Presidente del Club Roma Ara Pacis, che ha raccontato il proprio vissuto familiare, sottolineando quanto siano importanti per  elaborare positivamente la sofferenza l’aiuto e l’amore del proprio compagno. Il suo “grazie” a Ettore è un insegnamento per tutti, è la vera speranza di vita che può aiutarci, insieme alla umanità e all’etica nella professione di Medici.

I Presidenti Ettore Minore e Gianluca Senzacqua hanno quindi  ringraziato i Relatori, i Soci e gli amici  intervenuti.

Un grazie di cuore per la sua sempre gradita presenza a Elisa De Bartolo, Presidente della V Circoscrizione, che ha avuto parole di sincero apprezzamento per la tematica affrontata nel Seminario e ha porto a tutti i saluti del Governatore Rocco Falcone.

L’Addetto Stampa Maria Negro

Condividi su

 

Scroll to top