Comitato Salvaguardia dell’Udito – Lions Club – Distretto 108 L

Comitato Salvaguardia dell’Udito

14 settembre 2018, 16:19

Sensibilizzare i Club del distretto sulla necessità di effettuare attività di servizio che abbiano per fine la salvaguardia dell’udito nell’infanzia, nell’adolescenza e nell’età adulta. Raccolta, con l’utilizzo di appositi contenitori da depositare presso centri di aggregazione, di apparecchi acustici in buono stato da ricondizionare.

 E’ particolarmente auspicabile l’organizzazione, presso le farmacie, di giornate di raccolta di apparecchi usati insieme a momenti di screening per il diabete oppure esami audiometrici.

Individuazione di sponsor che donino apparecchi acustici. Gli apparecchi andranno poi consegnati a persone ipoudenti bisognose che verranno individuate mediante l’effettuazione di screening e saranno poi seguite nel successivo utilizzo dell’apparecchio.

Diagnosi precoce dei disturbi dell’udito attraverso screening delle funzionalità uditive, sia in età pediatrica, sia in età adulta.

In età pediatrica la visita mediante test audiometrici verrà effettuata a bambini di cinque anni (frequentanti l’ultimo anno di scuola materna) per individuare le ipoacusie da catarro tubarico, previa raccolta di dati anamnestici per la familiarità per allergie ed eventuale diabete gestionale nelle madri.

Partendo da una visione olistica della persona, porre una correlazione tra i disturbi dell’udito ed ipoacusia ed altre patologie o alterazioni funzionali.

Infine a cura dell’Istituto Comprensivo “E. De Filippo” di Villanova di Guidonia verrà realizzato un cortometraggio che avrà come protagonisti ed autori gli alunni delle classi quinte elementari. Il cortometraggio avrà lo scopo di sensibilizzare e di dare una corretta informazione riguardo alla salvaguardia dell’udito e all’integrazione della disabilità. Il cortometraggio sarà rivolto ai bambini della scuola primaria e sarà loro proposto in incontri, a cura del Club Lions e Leo del territorio di riferimento della scuola, che saranno completati da un incontro informativo a cura di un professionista del settore. E’ inoltre in ideazione una “mascotte” che possa accompagnare le attività da svolgere.

Condividi su

 

Scroll to top