Lions Club Roma Palatinum: insieme sul territorio per salvaguardare l’Ambiente – Lions Club – Distretto 108 L

Lions Club Roma Palatinum: insieme sul territorio per salvaguardare l’Ambiente

31 dicembre 2018, 11:30

Il Roma Palatinum da diversi anni, con l’impegno settimanale di alcuni soci, svolge un Service di Volontariato facendo attività di manutenzione del verde pubblico e di decoro urbano del Parco Carlo Felice, dato in “adozione” dal Comune all’Associazione omonima.

Questa attività di Volontariato unitamente ad un contributo donato dal Presidente, Sergio Di Nicola, come programmato dal Club, realizza nel suo insieme il Service dell’Ambiente.

Il Parco Carlo Felice è ubicato tra la Cattedrale di Roma, San Giovanni in Laterano, e la Basilica di S. Croce in Gerusalemme, ed affianca il viale Carlo Felice; la zona è inclusa nel perimetro delle mura aureliane, che costituisco un limite fisico al parco, ed è compreso nell’area delimitata come Patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Il Parco è nato in occasione del Giubileo del 2000 ed è il risultato di un vasto intervento di recupero; purtroppo con il trascorrere del tempo ha subito un rapido declino dovuto sia alla scarsa manutenzione, sia ad atti di vandalismo e di incuria di qualche frequentatore.

Dal 2017 il Comune lo ha dato in “adozione” all’Associazione Amici del Parco Carlo Felice, che con i propri soci, abitanti del quartiere e di quelli limitrofi, provvede al mantenimento del verde pubblico per preservare l’ambiente per le generazioni future ed al decoro urbano, svolgendo attività di volontariato.

Il Parco, rispetto ad altri parchi cittadini, ha un valore aggiunto, in quanto non è solo completamente inserito nel tessuto centrale della città, ma anche in un contesto storico archeologico di valore unico, svolgendo una funzione sociale di aggregazione, che con la riqualificazione ambientale è diventata un’occasione di miglioramento della vita dei residenti, grazie all’attività dell’Associazione sostenuta anche dal Lions Club Roma Palatinum.

Alberto Valentinetti, Officer della comunicazione

Condividi su

 

Scroll to top